Tra i protagonisti degli allestimenti di un matrimonio ci sono indiscussi i fiori. Colorati e gioiosi donano carattere e brio a tutto l’evento. Le composizioni floreali hanno il grande dono di rendere unico e personalizzare non solo gli allestimenti ma anche gli outfit degli sposi. Negli ultimi anni abbiamo visto i fiori adattarsi ad ogni stile. Archi di fiori sono stati decorati con romantiche composizioni floreali così da diventare sfondo per un altare; in miniatura i fiori diventano piccoli e preziosi bouquet per la sposa o bottoniere per lo sposo. Ma c’è una tendenza che negli ultimi anni ha preso piede sempre più, ed è l’utilizzo di composizioni floreali realizzate con fiori essiccati.

Sapete che qui sul blog mi piace raccontarvi di progetti d’artigianato made in Italy, oggi ho scelto di presentarvi il progetto di Marta, fondatrice di La trama della vita. Marta realizza composizioni floreali con fiori essiccati. Ogni composizione è unica, personalizzata e personalizzabile secondo le esigenze e i gusti di ognuno. Ma ciò che mi ha profondamente colpito del progetto di Marta non è solo la bellezza delle sue creazioni, ma tutto l’amore che c’è nel realizzarle. Un bouquet di fiori, una composizione, una ghirlanda, non sono semplici fiori essiccati ed assemblati, ma raccontano e celebrano una storia, un’emozione, una persona. Non potevo non contattare Marta e invitarla a raccontarci del suo progetto e delle sue creazioni!

Trama della vita

Ti racconto di Marta e di meravigliose composizioni di fiori essiccati

Inizio ovviamente dal principio chiedendo a Marta di raccontarmi come è nata La trama della vita. “Intanto grazie mille Francesca per avermi invitata a raccontare del mio progetto! Trama nasce dal desiderio e dall’esigenza di creare un luogo sereno, semplice e luminoso in cui riconoscersi, dove ogni persona possa sentirsi accolta, ascoltata e raccontata tramite la bellezza e la gentilezza dei fiori, mai esclusa. Credo fermamente che ogni nome, ogni vita, racchiuda in sé una trama unica e preziosa che valga la pena celebrare”.

Trama della vita

“Ho cercato io per prima questo luogo sereno, ho sperato di trovarlo e finalmente sentirmi a casa, ma così non è stato. Ho quindi deciso che valeva la pena provare a crearlo da zero piuttosto che rinunciarvi, così da accogliere tutte le persone che, come me, lo stavano cercando. Ecco che un anno fa è nata Trama. Da allora ogni giorno incontro persone che si riconoscono in questo luogo ed io ho la fortuna di poterle raccontare attraverso la delicatezza dei fiori essiccati, rendendo le loro storie eterne”.

 La delicatezza dei fiori essiccati

“Quando ho cominciato a lavorare nell’ambito floreale nel 2018 i fiori essiccati erano ancora poco “riconosciuti” e di nicchia. Appena li ho scoperti però ho capito che rappresentavano maggiormente la mia estetica ed i miei valori”.

Trama della vita

“I fiori essiccati sono delicati, ecologici, duraturi, versatili ed esprimono una bellezza modesta e senza tempo; portano con sé nelle nostre case grazia ed ispirazione, ci connettono alla natura e stimolano i nostri sensi attraverso i loro colori tenui ed il loro profumo delicato. Per questi motivi ho deciso di “eleggerli” come materiale con cui avrei creato”.

Come vengono essiccati i fiori

“Nei miei lavori utilizzo diversi tipi di elementi e fiori. Ci sono elementi che già in natura nel loro ciclo di vita tendono ad essiccarsi, come per esempio le capsule di papavero, l’avena, il lino, la nigella, ed altri che invece devono essere colti e trattati per essere conservati al meglio. Ci sono tante modalità per essiccare e conservare al meglio i fiori, ma quella più semplice e diffusa è il “metodo della nonna”: cioè appenderli a testa in giù in un luogo asciutto e buio ed attendere che il tempo faccia il suo corso”.

Trama della vita

“I “trucchi” e le accortezze da seguire per ottenere un risultato ottimale sono:

  1.  Scegliere i fiori che abbiano i boccioli aperti al loro massimo splendore
  2. Asciugare ogni parte del fiore dall’umidità
  3. Appendere gli elementi scelti distanziati tra loro
  4. Controllare periodicamente che non si creino muffe o marciumi
  5. Aspettare 1 o 2 settimane in base al tipo di fiore

I fiori saranno pronti quando lo stelo risulterà rigido ed i petali “croccanti”. Se si volesse cominciare a sperimentare con l’essiccazione consiglio di scegliere fiori con gambo legnoso come per esempio rose, garofani, ortensie, cardi”.

Trama della vita

Come nasce l’ispirazione

“Ci tengo sempre a dire che Trama ha il desiderio di raccontare la vita, le persone ed i sentimenti

La maggior parte delle composizioni quindi sono create su commissione con il desiderio di celebrare un momento di vita o una persona speciale. Alla base della creazione c’è l’ascolto e l’accoglienzaL’ascolto perché desidero che chi mi richiede una composizione si senta libero di raccontarsi e possa leggere e riconoscere la sua storia nei fiori, profumi, e colori che scelgo. L’accoglienza perché penso che ogni fiore sia potenzialmente adatto ad interpretare un sentimento, nessuno escluso”.

Composizioni personalizzare

“Non mi affido al linguaggio e al significato dei fiori, bensì sono i fiori stessi, con i loro volumi e texture uniche, ad ispirarmi e suggerirmi sensazioni adatte o meno per interpretare il nuovo racconto. Ogni bouquet quindi sarà unico ed irripetibile, come la storia che custodisce.

Inoltre, per rendere ogni composizione un vero veicolo di sentimenti e significato, è possibile allegare ad ogni bouquet un nastro in cotone naturale in cui verrà calligrafato a mano un messaggio personalizzato.

Credo che dietro ad ogni dono ci siano sentimenti talmente preziosi che valga la pena onorarli ed imprimerli nel tempo con fiori eterni e parole uniche”.

Come riutilizzare i fiori alla fine di un matrimonio

Quello del riutilizzo è un tema che mi interessa moto! Perché non donare nuova vita ai fiori che hai scelto per il tuo matrimonio? Marta mi racconta alcuni consigli. “Innanzitutto sarebbe interessante studiare fin dall’inizio un allestimento floreale adatto ad essere portato via e conservato da sposi ed invitati. Sto pensando per esempio ad un allestimento con piante in vaso e fiori essiccati o adatti all’essiccazione”.

“Nel caso in cui invece l’allestimento non sia progettato con questi presupposti e sia quindi pensato per essere scenografico e temporaneo consiglio di recuperare il recuperabile e di essere creativi! Ci sono molti fiori e fogliami impiegati negli allestimenti che possono essere riconosciuti e conservati con facilità, per esempio:

  • Rose, peonie ed ortensie possono essere essiccate facilmente
  • L’eucalipto, l’ulivo e la magnolia sono verdi classici che anche da secchi rimangono meravigliosi
  • La gypsophila o anche detta “nebbiolina” conserva la sua forma e colore a lungo ed è un bellissimo riempitivo
  • Infine possono essere raccolti i petali dei fiori più svariati per creare a casa colorati pout pourri

Ci sono davvero tanti modi per allungare la vita dei fiori, basta saperli guardare con occhi nuovi e scoprire che la bellezza sta anche nell’unicità, nell’imperfezione e nel passare del tempo”.

Grazie Marta per il tempo che hai dedicato a me ed ai miei lettori. Se non lo hai ancora fatto puoi ammirare tutte le creazioni di Marta su Instagram.

Leggi anche:   Abito da sposa e Kovid19: come riadattare l’abito ad una nuova data

Continua a leggere! Ti potrebbero interessare anche: