Una moda tutt’altro che italiana è quella dell’elopement, un matrimonio intimo, così intimo che solitamente i protagonisti sono solo due: gli sposi. Una moda che in Italia non ha ancora preso piede, perché da tradizione soprattutto nelle regioni del sud d’Italia, i nostri matrimoni coinvolgono amici e parenti a volte anche lontanissimi. L’idea che ad un evento così importante come il matrimonio partecipino i soli sposi non si è ancora ben insediata nella nostra cultura. I recenti eventi però, ci stanno costringendo a rivedere un po’ le nostre abitudini, a festeggiare con poche, pochissime persone e l’idea di un elopement potrebbe essere il giusto compromesso per non rinunciare alle nozze e farlo in maniera originale.

Ma partiamo con ordine, cos’è e come si organizza un elopement? Etimologicamente la parola viene all’inglese Elope e significa fuggire senza guardarsi indietro. Vi sarà sicuramente capitato di vedere film americani dove due sposi volano a Las Vegas per sposarsi. Una decisione quasi improvvisa, una fuga d’amore in piena regola in una location intima e piccina. Se è vero che nei film un elopement appare qualcosa di improvviso e poco organizzato la realtà è ben diversa. Ci sono tante cose da organizzare e prevedere se scegliete questo tipo di matrimonio.

elopement
Foto Alberto e Alessandra

Come si organizza un elopement

Il fatto che sia una fuga d’amore non significa che debbano mancare meravigliosi allestimenti, una suggestiva location o che bisogna rinunciare al più classico degli abiti da sposa. In un elopement è fondamentale farsi accompagnare e guidare da un team di professionisti. Ci saranno location da cercare che si adattano perfettamente al tipo di evento, permessi da chiedere, in modo particolare se scegliete di celebrare la cerimonia in un luogo pubblico come un giardino o una spiaggia. Professionisti da coordinare e allestimenti da creare.

Leggi anche:   Live Event Painting: come intrattenere gli ospiti durante un matrimonio

Come potrebbe essere un elopement Made in Italy?

Faccio davvero fatica a pensare ad un matrimonio italiano senza ospiti. Immaginate l’ira delle mamme nel non poter partecipare al matrimonio del proprio figlio?  Allora come ci impongono le ultime leggi, almeno per il prossimo mese, limitiamoci ai 30 invitati e stupiamo i nostri ospiti scegliendo una location un po’ diversa come una spiaggia, una cima di una montagna, una riva di un lago, a ridosso di una cascata o perché non un matrimonio nel bosco. Il nostro paese è pieno di location perfette per un elopement made in Italy. Fatevi accompagnare e guidare da un wedding planner con cui siate in sintonia e che sia abituato ad organizzare eventi di questo tipo. Altra scelta fondamentale è il fotografo. Qualcuno che sappia catturare la magia e l’unicità del vostro giorno.

elopement in Puglia
Foto Fabrizio&Romina

Adesso tocca a voi raccontarmi come immaginate il vostro elopement.

Continua a leggere! Ti potrebbero interessare anche: