Quella della scelta del fotografo per matrimonio non è una decisione da sottovalutare, soprattutto perché dopo i meravigliosi ricordi del tuo matrimonio di tangibile ti resteranno le fotografie. Ecco perché è fondamentale scegliere il professionista giusto che sappia raccontare le tue nozze e l’emozione di quel giorno. Ho sempre pensato, che una della qualità immancabili ad un fotografo per matrimonio sia la discrezione. Deve sapersi mimetizzare tra ospiti e invitati rubando scatti senza che nessuno si accorga della sua presenza. L’uomo invisibile penserai.. bè sì il concetto è un po’ quello. C’è ma è come se non ci fosse.

Come scegliere un fotografo per il matrimonio

Per aiutarti a scegliere il fotografo giusto ho chiesto a chi ha decisamente più esperienza di me. Edoardo Giorio, fotografo professionista, ci racconta quali sono gli aspetti da valutare nella scelta di un fotografo per matrimonio.

Ph. Edoardo Giorio

Avere voglia di partecipare

La prima cosa da guardare e valutare quando si sceglie un fotografo per matrimonio è saper capire i suoi lavori. Guardando i suoi scatti comprenderai la bravura nel raccontare le emozioni della giornata e le sue capacità. Un aspetto da valutare già dal primo incontro conoscitivo è la voglia di fare. Dico questo perché a mio giudizio la voglia di far parte del giorno più importante di una coppia, entrare nella loro casa, far parte della loro famiglia, nella loro vita anche se per una giornata, è innanzitutto una scelta. Un professionista con una gran voglia di fare sicuramente troverà il modo migliore per raccontare quella particolare giornata attraverso tutti i momenti e le emozioni che ne usciranno.

L’esperienza

Leggi anche:   Inspiration board: Dusty blue. Un colore perfetto per la primavera

Altro aspetto fondamentale è l’esperienza. Trova un fotografo che sappia rispettare la timeline e che si trovi preparato a fronteggiare anche eventuali imprevisti. È sicuramente una carta vincente e sarà d’aiuto per alleggerire molto la tensione.

Ph. Edoardo Giorio

Lo stile

Restano lo stile e la persona stessa. Ogni fotografo ha un suo stile che lo contraddistingue dagli altri, un suo “occhio” più o meno portato per certe cose, una volontà di ricercare determinati dettagli e momenti particolari, tutto questo lo puoi valutare non solo guardando il suo profilo Instagram ma vedendo un suo lavoro completo. Non esitare quindi a chiedere un lavoro intero piuttosto che un “best of the year”. Bisogna imparare a valutare non sul numero di foto belle scattate in un anno ma in un matrimonio singolo, questo è un punto molto importante che potrebbe fare la differenza.

Ph. Edoardo Giorio

Empatia

In ultimo, ma a mio parere fondamentale, come per ogni singola parte della vita è importante che ci sia empatia che ci porti a condividere una sensibilità. Dev’esserci feeling poiché altrimenti in un giorno così importante si rischia di avere un senso di pesantezza e stress. Quando scegli un fotografo per matrimonio chiediti se può essere la persona che ti farebbe piacere avere intorno il girono delle tue nozze.

Grazie ad Edoardo Giorio per aver condiviso i suoi consigli. Alcuni lavori di Edoardo puoi trovarli qui e qui.