Bouquet alternativi. Le creazioni di Trilli e Gingilli

Bouquet alternativi. Le creazioni di Trilli e Gingilli

Pin It

Non è la prima volta che parliamo di bouquet alternativi. Qualche tempo fa, vi ho proposto i bouquet vegetali, un’ idea originale e alternativa ai classici fiori. Oggi voglio parlare ancora di bouquet proponendovi le creazioni di una giovane artista, Sara, fondatrice del sito trilli e gingilli. Carta, stoffa, bottoni, spille, sono i materiali utilizzati per realizzare queste splendide creazioni, che sono un gioiello artigianale, realizzati completamente a mano e personalizzati per ogni tipo di matrimonio.

bouquet-tema-viaggio

È proprio questa la particolarità di questi bouquet, la possibilità di personalizzare. Che abbiate scelto un matrimonio romantico, intimo o elegante c’è un bouquet adatto per ogni wedding.

bouquet-tema-vintage

Noi di Lui&Lei abbiamo intervistato Sara per voi, per farvi conoscere meglio lei, come artista e i suoi meravigliosi bouquet.

Com’ è nata la tua avventura nel mondo del wedding?

Il mio amore per il mondo del wedding è nato durante il periodo in cui ho fatto da assistente alla wedding planner Silvia Viarengo di Anteros Eventi, quando ero ancora all’università e studiavo tutt’altro (ispanistica), e ancora non sapevo (ma speravo!) che quello sarebbe diventato il mio mondo!

Com’è nata l’idea di bouquet alternativi?

Dopo tanti anni passati sui libri, dopo la laurea, ho sentito l’esigenza di iniziare a fare un lavoro pratico e manuale, così ho deciso di intraprendere la strada di artigiana. Il primo bouquet (realizzato con bottoni) mi è stato commissionato da una coppia di sposi che ricordo benissimo e che occuperanno per sempre un posticino speciale nel mio cuore: Kelly ed Emanuele.

Quali sono i materiali che utilizzi di più?

I materiali che utilizzo più spesso sono stoffe (di tutti i tipi, dal pizzo alla juta!), carta e cartoncini, gioielli, perle e bottoni.

Leggi anche:   Hoop bouquet. Un bouquet circolare per una sposa unconventional

bouquet-tema-rock

Cosa in questi anni ti ha dato più soddisfazione?

La soddisfazione più grande la provo tutte quelle volte in cui, alla consegna del bouquet, le spose si commuovono nel vedere i miei lavori dal vivo… Avendo io la lacrima facile, mi è capitato di dovermi trattenere per non finire a piangere anche io insieme a loro!!

Cosa ispira le tue creazioni?

Per realizzare ogni bouquet cerco di conoscere il più possibile la sposa, i suoi gusti, la sua personalità, e ovviamente traendo ispirazione dallo stile del suo matrimonio e dal suo abito.

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

Avere a che fare con persone che stanno vivendo uno dei momenti più felici della loro vita, e condividere con loro questo momento di gioia, cercando, con i miei lavori, di contribuire a rendere il loro matrimonio proprio come lo avevano sognato!

bouquet-tema-shabby-chic

Qual è il bouquet che ti è piaciuto di più creare e perchè?

Senza dubbio è stato il mio primo bouquet (di cui ho accennato prima) perché è stata una grandissima emozione veder nascere per la prima volta un bouquet dalle mie mani, partendo da materiali semplici.

Che tipo di sposa si rivolge a te?

Le spose che si rivolgono a me sono tutte spose originali e alternative, ed ovviamente non  troppo legate alla tradizione. Mi sento molto in sintonia con la stragrande maggioranza di loro, e con alcune ho anche avuto la fortuna  di riuscire ad instaurare un rapporto di amicizia vero e proprio!

bouquet-corallo-tema-mare

Ringraziamo Sara, per avermi aperto le porte del suo atelier Trilli e Gingilli e per avermi dedicato il suo tempo.

studio-sara-passeri-trilli-e-gingilli-wedding-atelier

Continua a leggere! Ti potrebbero interessare anche:

Leggi anche:   Le bomboniere per un matrimonio Eco chic

 

2

Share This Post

Leave a reply

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code